trans tn_PKwivLe1HH (2).jpg no mask 3.jpg

Quanto sto per raccontare,rappresenta un vissuto reale della mia vita,risalente a circa vent’anni fa. Avevo allora 45 anni,sposato,ma con qualche scappatella extra alle spalle. Mi trovai ad essere spostato dalla mia zona di lavoro,per compensare il pensionamento di un collega. Pur essendo anziano di servizio,”fui scelto”,per le mie abilita’ (solite motivazioni per allontanarti…).La nuova sede di lavoro non era lontana,ma praticamente non conoscevo nessuno. Comunque iniziai questo nuovo percorso lavorativo.Devo dire che fui accolto piu’ che bene dai nuovi colleghi e colleghe. Il lavoro era lo stesso,quindi non avevo nulla da imparare. Dividevo l’ufficio con un collega  e due colleghe. Mi trovai bene da subito. Avevo notato, che tra due colleghi c’era un certo feeling,ma non mi interessava piu’ di tanto. Dopo circa un mese,eravamo tutti e quattro molto in sintonia ,spesso,al termine dell’orario ci si fermava ad un bar per un caffe’ e chiacchierare liberamente. Eravamo tutti e quattro sposati e l’argomento famiglia veniva toccato solo sporadicamente. Nel frattempo avevo instaurato una certa confidenza con l’altra collega,Dorina. Simpatica,mora non troppo alta ma fatta molto bene. Vestiva sempre bene e nulla fuori posto. Mi piaceva. Sicuramente lo aveva capito e lo aveva capito anche l’altra collega.Ci lasciava spesso soli,e le sue occhiate erano di complicita’ con Dorina. Un pomeriggio rimanemmo da soli in ufficio e mi persi a guardarla ,cercando di non farmi notare. Mi eccitava! Ma Lei capi’ molto bene quello che provavo.Infatti il giorno dopo mi chiese se potevo darle uno strappo in quanto era senza auto per tre giorni. Naturalmente le dissi di si.La sera riaccompagnandola, mi fermai  in una laterale.Lei mi chiese come mai mi fossi fermato. Non risposi,la abbracciai e la baciai.Un bacio profondo e corrisposto…..Emozionato,ripartii e ci salutammo.Dopo poco mi chiamo’ sul cellulare,la sentivo emozionata,mi disse che le era piaciuto e tronco’ la comunicazione. Ero eccitato e sentivo il suo profumo ed il suo sapore ovunque. L’indomani passai a riprenderla. Era elegante come il solito,ma radiosa con una strana luce negli occhi. In ufficio l’altra collega l’avvicino’ e si misero a parlottare con complicita’ e risatine. A mezzogiorno il collega mi prese in disparte e mi mise in mano due chiavi…mi disse che era un mini usato da lui e l’altra collega…..Aveva capito…..La settimana fini’.Il sabato mattina mi recai per vedere il mini. era in periferia ,in condominio anonimo popolare.Da li’ inizio’ la mia storia con Dorina. Era sensuale,calda e molto troia.Eravamo sempre carichi….Trascorse un anno. Un giorno,era autunno,le dissi se fosse riuscita ad avere una serata libera.Mi disse che provava ad organizzarsi. Ero sempre in tiro al pensiero di Lei,e la nostra intimita’ era sempre piu’ porca….Fantasie,discorsi condivisi.Giochi con vibra che la mandavano su di giri.Piu’ volte le avevo buttato li’ l’idea di farlo in tre,con un’altro maschio. Pur eccitandosi mi diceva che ero matto e ci rideva su.Nel frattempo,navigando in internet entravo nei siti hard e cercavo profili di maschi che ritenevo adatti a noi.Ma era sempre un buco nell’acqua. Contattavano solo zotici e volgari. D ecisi di orientare una ricerca diversa: cercai un trans.La mia scelta si oriento’ su un trans mulatto,molto femminile,ma dotato . Lo contattai telefonicamente,esternai a grandi linee i miei desideri e lui accetto’. Mi disse che se volevo conoscerlo prima era disponibile.Accettai e mi recai da lui. Quando mi apri’ rimasi folgorato:1.90 due tette enormi capelli nerissimi lunghi e sotto il perizoma era evidente un gonfiore.Mi fece accomodare,gli ripetei le mie richieste . fare sesso a tre cn la mia compagna,senza fretta e  sesso molto porco.Mi sorrise e sposto’ il perizoma: ne usci’ un cazzo enorme non ancora duro,lo meno’ un po’ era una vera “bestia”.Chiesi il “prezzo”: nulla,fu la risposta,sara’ un piacere a tre.Lo ringraziai,ci saremo sentiti x cellulare di conferma. Dorina non riusciva ad avere una serata,ma mi disse che poteva tutto il sabato . Per me non c’era problema.Le dissi di vederci alle 14…. Chiamai il trans e fissai appuntamento.Finalmente arrivo’ il sabato.Alle 14 in punto Dorina parcheggio’ la sua auto in un parcheggio del centro e presi la strada per andare dal trans. Lei mi chiese dove saremmo andati.”una sorpresa” le dissi. Poco dopo arrivai….era poco fuori dal centro, un condominio molto movimentato…..Suonai  il campanello e il porto si apri’,Dorina mi guardava e seguiva. In ascensore mi disse,”ma dove stiamo andando?”Non risposi. Arrivammo al piano,era tutto semibuio,vidi una porta semi aperta e mi avviai tenendo Dorina per mano. Entrai deciso chiudendo la porta. Lui ci accolse con un “ciao,benvenuti..” la stanza in penombra lasciava vedere la sua figura: indossava perizoma autoreggenti tacchi altissimi ed un boa colorato  sulle spalle. Dorina era immobile accanto a me. Lui si avvicino’me si presento’.la bacio’ sulla bocca e lei non si mosse. Dorina mi guardo’,Notai sorpresa ma un strana luce nei suoi occhi. Nel frattempo il nostro amico trans aveva iniziato a baciarla sul collo,ad accarrezzarla. In un attimo Dorina fu nuda. Iniziai a spogliarmi a mia volta. Il trans la condusse verso la camera da letto,illuminata da una luce rossa ,la stese sul letto e inizio’ a leccarle la figa.Dorina gemeva piano,ma assecondava ogni movimento del trans.Mi avvicinai ed iniziai a leccarla anch’io. Dorina godeva in maniera sfrontata…..Il  trans si era denudato completamente e …..il suo cazzo era dritto ed enorme,lo avvicino’ alla bocca di Dorina,lei lo prese con una mano e si sollevo’ per un attimo. Esclamo’ un “ma e’ enorme”….. il trans le fu in gola in un attimo.la scopava in gola con foga lasciandole solo qualche attimo per respirare. Dorina lo ingoiava fino alle palle e quando lo ritirava lei lo cercava ancora. Quando lui usci dalla sua bocca entrai a mia volta e lui inizio’ a montarla. Dorina gemeva e si contorceva sotto il ritmo che il trans aveva preso.Era una furia le dava affondi che lei segnava con gemiti profondi. Io venni in gola a Dorina,mi ritirai e mi misi a guardare: situazione stupenda.Rimanemmo un paio d’ore in cui il trans venne una volta sola,era sempre in tiro.Dorina era stanca ma stupenda. Ci salutammo. Al ritorno chiesi a Dorina come stava….mi disse” sei un gran porco,ed io una grandissima troia”. E’ stato stupendo. Abbiamo ripetuto altre volte la stessa esperienza……..