“Arriverà mai un autobus, oggi?” Sara sospirò, esasperata per l’attesa,  col sole che le scottava la testa. Guardò le doppie porte di uscita del suo ufficio, ricordando la festa di compleanno, semplice ma memorabile che aveva avuto luogo solo una settimana fa. Aveva invitato tutto lo staff, anche dirigenziale. Nello stabile accanto era in corso

Leggi tutto

I suoi amici l’hanno sempre soprannominata Barbie, soprattutto perché fisicamente era perfetta. I suoi lunghi capelli biondo chiarissimo, i suoi grandi occhi verdi, il suo corpo, tutto ben formato e con le forme al posto giusto. Il suo nome era Filippa ed usciva con Davide. Si considerava un uomo molto fortunato. Davide era un po

Leggi tutto

Luisa e Marcello erano amici da anni ormai e si prendevano in giro su ogni argomento. A lei piaceva parlare con lui, gli piaceva passare intere giornate insieme. Gli piaceva la sua compagnia ed il botta e risposta quando parlavano. Spesso si presentava a casa sua per salutare o semplicemente bere qualcosa insieme. Altre volte

Leggi tutto

Da secchiona quale ero, ho deciso di cambiare stile di vita e vestiti. Ho indossato un paio di jeans stretti ed una canotta per andare a scuola e dato che era il mio ultimo anno di scuola ho pensato che sarebbe stata una bella idea. Tutti gli occhi erano su di me ogni qualvolta entravo

Leggi tutto

Carmelo è sempre stato il mio sogno erotico, ma per me era innavvicinabile. In fin dei conti ero una ragazza bruttarella di viso, sebbene avessi un fisico da modella, due tette prosperose, una vita stretta, che terminava in una passerina completamente depilata. Due gambe lunghe e sinuose ed un 38 di piede, ben curato. Ho

Leggi tutto

Germano e io siamo amici da quando frequentavamo l’università. Non è sorprendente che abbiamo anche condiviso interessi comuni, in particolare l’arte. Abbiamo lavorato su una presentazione per uno spettacolo e due giorni prima del termine gara sono andato a casa sua; il nostro piano era quello di rimanere svegli tutta la notte e finire il

Leggi tutto

Mentre Emilia ripassava alcune pratiche da discutere l’indomani in Commissione, ha sentito suonare il campanello. Posò il suo blocco di appunti ed andò a rispondere. Guardò attraverso lo spioncino e alzò gli occhi. Era Giovanni, un amico di famiglia che abitava a due isolati da lei. “Ehi Giovanni, come va”, disse con noncuranza. “Vorrei parlare

Leggi tutto
error: Content is protected !!