Io e mia figlia e il desiderio di scopare

Mia figlia è sempre stata una ragazza molto diligente, non ha fatto che darmi soddisfazioni da quando è nata, oggi ha 19 anni e posso definirla il mio orgoglio più grande.
È diventata una bellissima ragazza, so che è molto corteggiata dai suoi coetanei e la cosa mi infastidisce, normale gelosia di padre, ma la verità è che provo attrazione sessuale per lei.
So che non è una cosa tanto naturale, ho cercato in rete di documentarmi sulla questione ed ho scoperto che ci sono tanti padri e figlie che hanno relazioni clandestine e che fanno sesso regolarmente.
Dopo aver letto varie testimonianze, ho iniziato a fantasticare ancora di più su di lei, in particolare la sera quando si metteva a letto, io restavo nel salotto, dopo che mia moglie era andata a dormire, e fantasticavo su di lei, la immaginavo toccarsi e lo facevo anche io.
Mi sono masturbato diverse volte pensandola, non l’ho mai vista nuda, raramente riesco a rimanere da solo in casa con lei e non l’ho mai beccata farsi una doccia proprio in quel momento.
Comunque, un sabato pomeriggio, lei è rimasta a casa e mia moglie è uscita per fare la spesa e varie commissioni, io non lavoravo e pensi che quello sarebbe potuto essere il momento perfetto per farmi avanti e esaudire questa mia perversione sessuale.
La trovai alla scrivania di camera sua intenta a guardare qualcosa al pc, notai che aveva la pagina aperta su un sito per adulti, quando mi sentì entrare chiuse subito la schermata ma le dissi di aver visto tutto.
Imbarazzata, iniziò a giustificarsi dicendo che si era aperta una pubblicità da sola e che era finita su quel sito, sorrisi e le dissi di non preoccuparsi, che era normale avere certe fantasie, tutti ne avevano, io compreso.
La vidi cambiare espressione, fece un sorriso malizioso, non sembrò per niente a disagio nel parlare di queste cose, le dissi di farmi vedere cosa stava guardando.
Aprì il sito, aveva davanti un porno italiano di incesti, il padre scopava la figlia e la madre si fotteva il fratello, la mia erezione fu veloce e incontrollata, il cazzo si gonfiò nei pantaloni, mia figlia aveva le me stesse fantasie.
Notò subito l’erezione dei pantaloni, avviò il video e insieme guardammo le scene dei genitori che scopavano come ossessi con i figli, sentii la sua mano afferrarmi il cazzo da sopra i pantaloni.
Me lo toccò con movimenti lenti, su e giù, io mi stavo bagnando ed eccitando sempre di più, mi sbottonai i pantaloni e lo tirai fuori, era dritto e già pronto a castigarla.
Lo prese in bocca e lo succhiò avidamente, con la punta della lingua stimolò la cappella, se lo passò sul viso e mi guardò negli occhi: “Che bel cazzo che hai papà, voglio che melo metti dentro”.
Misi una mano tra i suoi capelli e la tenni ferma mentre le scopavo la bocca, era una sensazione stupenda; ci spostammo sul suo letto, dovevamo fare presto, mia moglie sarebbe tornata a breve.
Me lo succhiò un altro po’, poi le tolsi i vestiti, presi i suoi capezzoli in bocca e li leccai mentre le mie dita le tintennavano la fica pelosa e bagnata, pronta a godere.
Allargò per bene le gambe e mi spinse con la testa sotto, voleva essere leccata, esaudii il suo desiderio, succhiai il clitoride, assaggiai la sua fica, aveva un buon sapore.
Alternai la lingua alle dita, la penetrai diverse volte nella fica inserendo due dita, stimolai anche il buco del suo culo, lo leccai, lubrificandone l’entrata, volevo incularla.
La feci venire un paio di volte nella mia bocca, prima di tirarmi su e possederla, infilai tutto il mio cazzo possente nella sua fica e la scopai, godevo, gemeva e continuava a dirmi: “Si godo, papà sei un porco, così”.
Più sentivo quelle parole e più avevo voglia di fotterla, ci alzammo e la feci mettere a pecorina poggiandosi sulla scrivania, le sfondai la fica da dietro, ci diede dentro in modo pazzesco, godeva e mi implorava di fare più forte.
Le diedi schiaffi sul culo mentre la scopavo come una porca, sembrava non avere abbastanza del mio cazzo, mi incitava a dare sempre di più, preso dall’euforia e dall’istinto, le violai il buco del culo, penetrandola improvvisamente.
Urlò per il dolore, mi disse di fermarmi ma non le diedi retta, iniziai a pompare e a dare colpi veloce, il dolore lasciò posto al piacere e dopo poco iniziò a gemere e godere.
Le piaceva prenderlo nel culo, mia figlia era peggio di mia moglie, anche lei amava essere scopata in quel modo, ma mi permetteva di farlo per poco tempo, invece, la mia bambina sembrava non averne mai abbastanza.
Fermai i movimenti e fu lei a muovere il culo verso il mio bacino inculandosi col mio cazzo, dettò il ritmo e gli affondi, si lasciava andare al puro godimento.
Improvvisamente mi staccai, la presi per mano, la feci sedere a terra con le spalle vicino al muro, mi posizionai davanti a lei e glielo misi in bocca, posai le mani dietro la sua testa e la scopai, mi piaceva da impazzire sentire il calore della sua lingua e il modo in cui lo succhiava mi mandava su di giri.
La tirai su e la sollevai contro il muro, glielo infilai nuovamente dentro e la scopai velocemente, spingendo il cazzo fino in fondo, lo feci per vari minuti, l’orgasmo mi travolse e riuscì giusto in tempo ad uscire da lei e venirle in bocca.
Mia figlia bevve tutto il mio sperma e leccò per bene la mia asta, riuscimmo a rivestirci giusto in tempo, mia moglie arrivò con la spesa e ci chiamò.
Da quella volta io e mia figlia scopiamo sempre appena mia moglie non c’è, non riesco più a farne a meno, la cosa che più mi eccita è il sapere che dietro la sua aria da figlia perfetta e ragazza diligente, c’è una grande troia che desidera farsi scopare da me.

Post correlati

4 2 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Content is protected !!
0
Commenta il raccontox
()
x